Itinerari della Memoria sui luoghi della Resistenza a Roma

Si stanno per avvicinare alcune ricorrenze di eventi tragici e importanti accaduti a Roma durante i mesi di occupazione nazista, e per l’occasione abbiamo pensato di proporre quattro itinerari gratuiti tra marzo ed aprile sui luoghi della Resistenza a Roma.
Il nostro intento nasce dalla constatazione che la Resistenza romana rappresenta una pagina della storia della lotta partigiana italiana poco raccontata; così poco nota – complice anche la circostanza che Roma, a differenza di molte altre grandi città italiane, non si è liberata da sè – che spesso si crede a torto che nella Capitale tale lotta non ci sia stata.
Invece noi racconteremo tante pagine e tanti protagonisti della lotta della resistenza romana, di cui l’attacco di Via Rasella sarà il culmine e l’atto più eclatante solo per il tragico epilogo che ebbe e che tutti conosciamo.
Saranno itinerari a piedi della durata di circa 2 ore ciascuno, e saranno arricchiti dal racconto della storia e dell’architettura dei quartieri attraversati, e completati dall’analisi delle location cinematografiche che incontreremo e dei film dedicati a questa pagina di storia romana.

 

Qui di seguito gli itinerari proposti:

L’ATTACCO DI VIA RASELLA – sabato 23 marzo ore 15.30Un itinerario a piedi lungo i luoghi occupati dagli alti comandi tedeschi che faranno di Via Veneto e del rione Ludovisi un vero quartier generale del potere militare nazifascista, e lungo i luoghi protagonisti della Resistenza romana: una serie di attentati che culmineranno nella pagina più controversa della storia partigiana italiana, l’attacco di Via Rasella, compiuto il 23 marzo 1944.

 

 

 

OSTIENSE E L’ECCIDIO DEL PONTE DELL’INDUSTRIA – domenica 7 aprile ore 17.30
Un itinerario a piedi nel quartiere Ostiense ripercorrendo i luoghi simbolo della Resistenza romana: dall’ultima strenua difesa contro l’ingresso tedesco a Porta San Paolo, il 10 settembre 1943, all’assalto al forno Tesei che culminò nell’eccidio di 10 donne sul Ponte dell’Industria, il 7 aprile 1944.

 

 

 

 

 

 

RASTRELLAMENTO DEL QUADRARO – 17 aprile ore 17.30
Un itinerario a piedi nel quartiere del Quadraro, denominato “Nido di Vespe” perchè in prima linea per la tenace resistenza messa in atto dai suoi abitanti contro i tedeschi durante la Seconda Guerra Mondiale, e teatro del feroce rastrellamento ad opera delle SS di Kappler del 17 aprile 1944.

 

 

 

 

 

MUSEO STORICO DELLA LIBERAZIONE – 26 aprile ore 15.30 
Una visita guidata del Museo storico della Liberazione ospitato in via Tasso nei locali dell’edificio che, nei mesi dell’occupazione nazista di Roma, venne utilizzato come carcere dal Comando della Polizia di sicurezza. Oltre a visitare i temibili luoghi di detenzione al suo interno, il percorso seguirà la completa ed ordinata documentazione degli eventi storici della lotta per la liberazione di Roma.

Gli itinerari sono tutti gratuiti tranne la visita guidata del Museo Storico della Liberazione dove la visita verrà tenuta dal personale del Museo e richiediamo €3,00 a persona che verseremo al Museo come contributo per la visita e donazione per questo interessantissimo Museo che soffre purtroppo di perenne carenza di fondi.

La prenotazione è obbligatoria perchè prevediamo un numero chiuso di partecipanti. Il numero massimo per la visita del Museo sarà pari a 25 partecipanti, mentre per gli altri itinerari sarà 35 (superiore ai 25 partecipanti ai quali normalmente ci fermiamo per garantire una più ampia partecipazione).

Le prenotazioni possono essere effettuate tramite:
Mail a info@romaslowtour.com
Whatsapp al 3290442190

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *