Visita guidata della mostra “Poeti a Roma”, ex Casa della Gil

Giovedì 6 giugno alle ore 17.00 è in programma, nell’ambito del ciclo di itinerari dedicati alla vita e alle opere di Pier Paolo Pasolini, una visita dell’edificio dell’ex Casa della Gil di Trastevere, gioiello architettonico di Luigi Moretti, seguita da una visita della mostra “Poeti a Roma. Resi superbi dall’amicizia”, promossa dalla Regione Lazio, organizzata da AGCI Lazio in collaborazione con LAZIOcrea e ospitata negli spazi del WEGIL che indaga, attraverso 250 fotografie, il rapporto tra Roma e i grandi poeti del Novecento italiano che l’hanno frequentata tra cui Pier Paolo Pasolini, Attilio Bertolucci, Giorgio Caproni, Sandro Penna, Giuseppe Ungaretti, Alberto Moravia, Giorgio Bassani, Carlo Emilio Gadda, Elsa Morante, Amelia Rosselli, etc.

La prima parte della visita andrà alla scoperta della storia e del progetto dell’ex Casa della Gioventù Italiana, capolavoro del razionalismo firmato dall’architetto Luigi Moretti con la sua meravigliosa scala elicoidale.

Nella seconda parte della visita, invece, seguiremo il percorso temporale della mostra “Poeti a Roma” partendo dall’arrivo a Roma, nel 1950, di Pier Paolo Pasolini da Casarsa nel Friuli e concludendo con il funerale e la traslazione del corpo di Pier Paolo Pasolini a Casarsa il 6 novembre 1975 (quest’ultimo atto documentato dalle fotografie eccezionali di Bellini, esposte nella mostra).

Nel mezzo gli attraversamenti di Roma, la nascita delle amicizie e il consolidarsi di una comunità che si riconosce nell’amor di poesia: l’attività culturale straordinaria di Bassani e di Attilio Bertolucci; la presenza di Carlo Emilio Gadda e di Giorgio Caproni; Moravia e la rivista “Nuovi Argomenti”, la scoperta di Amelia Rosselli, il ripristino del mito assoluto della poesia di Sandro Penna, l’apparizione di Anna Maria Ortese, la sua vittoria allo Strega… e poi Lorenza Mazzetti, ma anche i giovani da Dario Bellezza a Vincenzo Cerami e un giovanissimo Bernardo Bertolucci; l’operato straordinario di Enzo Siciliano e Laura Betti.

Il percorso è soprattutto fotografico, con molti scatti inediti che hanno come tema ricorrente Roma ma colgono gesti, sorrisi, abbracci, felicità, solitudini. La mostra dunque invita i visitatori anche a “leggere” e a “scoprire” la forza rivelatrice della camera oscura, e ad appropriarsi, in alcuni momenti privilegiati, del tempo, dei corpi e dei momenti autentici che vi sono restati impressi.

 

Quando: Giovedì 6 giugno ore 17.00

Quanto: 2 ore e mezza

Dove: WEGIL, Largo Ascianghi, 5

Prenotazioni: mail a prenotazioni@romaslowtour.com o Whatsapp al 3290442190

Contributo:

€ 10,00 (già comprensivo di tessera associativa gratuita);
€ 9,00 con sconti consultabili qui: http://www.romaslowtour.com/partner-e-convenzioni/;
€ 8,00 con Tessera associativa PLUS;
€ 5,00 ragazzi 14-29 anni con LAZIO YOUth CARD;
gratis bambini 0-13 anni.

+ biglietto mostra: €6,00 intero; ridotto € 3,00 (19-26 anni e over 65); gratuito: 0-17 anni; ragazzi 18-29 anni con LAZIO YOUth CARD; persone disabili.

L’esposizione sarà in mostra fino al 23 giugno dalle ore 10.00 alle 19.00, e sarà accompagnata da incontri, dibattiti, proiezioni, approfondimenti con protagonisti ed esperti di quella stagione d’oro per Roma, quella tra gli anni ’60 e ’70, quando poeti e scrittori, felici e desiderosi di creare, costituirono una sorta di comunità d’amicizia.

A questo link tutti gli appuntamenti in programma: https://www.regione.lazio.it/rl_main/?vw=newsDettaglio&id=4843

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *