0

Cari amici,
cosa avete in programma per il Ponte dell’Immacolata? Per coloro che resteranno a Roma c’è un lungo ponte di slow tour.

Venerdì 8 dicembre alle ore 10.30 ce ne andremo in giro per i lotti popolari della Garbatella raccontandone la storia, le evoluzioni architettoniche e i set cinematografici.

La Garbatella, esperimento eccezionale di edilizia popolare degli Anni Venti del Novecento, rappresenta un unicum architettonico – il cosiddetto Barocchetto romano – ed un caso di studio che ispira tuttora architetti ed urbanisti di tutto il mondo. Per queste sue peculiarità stilistiche e per la dimensione fiabesca delle sue case immerse nel verde, la Garbatella è stato da sempre anche luogo d’elezione del cinema italiano.
Il nostro itinerario ci porterà ad analizzare le trasformazioni urbanistiche che – durante il Fascismo e, successivamente, con la Seconda Guerra Mondiale – si allontaneranno dal progetto iniziale, e ad inoltrarci tra cortili e lotti alla ricerca dei set cinematografici più famosi e degli eventi storici che hanno segnato questo rione, cuore della romanità di ieri come di oggi.

Per info e prenotazioni: https://www.romaslowtour.com/garbatella/

 

Sabato 9 dicembre alle ore 15.00 scopriremo le bizzarrie del quartiere Coppedè e mostreremo i tanti film che hanno scelto Piazza Mincio come set.

Il quartiere Coppedè rappresenta il massimo esempio architettonico di eclettismo ottocentesco a Roma. Sorpassato l’arco di ingresso si entra in un mondo incantato, fatto di forme insolite e ricercate, eleganti statue neomedievali, decorazioni pittoriche neorinascimentali, animali simbolici, villini, logge, torrette che catapultano in una dimensione sognante e fiabesca.
Uscendo dalla magia e dalle bizzarrie del Coppedè, ci inoltreremo per l’elegante quartiere Salario che sarà frutto di successivi piani regolatori a partire dal 1883.
Ci caleremo nella Roma del Novecento liberty e del Duemila dell’avanguardia artistica, tra originali architetture, villette del Barocchetto romano e monumenti di archeologia industriale restituiti da poco alla città.
Domenica 10 dicembre alle ore 9.30 cammineremo lungo la Via Nomentana dal punto in cui nasce dalle Mura Aureliane, Piazzale di Porta Pia, fino a Piazza Sempione, cuore della Città-Giardino Aniene con un trekking urbano di quasi 6 km.

Lungo il percorso faremo delle tappe in cui la guida spiegherà la storia di questa importante via consolare romana, nata come Via Ficulensis e ridenominata Via Nomentana a seguito del prolungamento fino a Nomentum, e racconterà la funzione sepolcrale originaria e residenziale a partire dal Settecento fino alle trasformazioni urbanistiche del secolo scorso.
Incontreremo, infatti, tanti complessi cimiteriali, non sempre visibili o accessibili: le catacombe di Nicomede, quelle ebraiche di Villa Torlonia, il Mausoleo di Elio Callisto meglio conosciuto come “Sedia del Diavolo”, il Cimitero Massimo e, su tutti, l’importante complesso di Sant’Agnese, che visiteremo internamente.
Incontreremo, anche, ciò che resta delle grandi ville nobiliari che costellavano la consolare: Villa Torlonia, Villa Paganini, Villa Blanc, Villa Leopardi.
Infine, analizzeremo gli interventi urbanistici che, a partire dal piano regolatore del 1909, ne muteranno la morfologia suburbana, dall’esperimento della Città-Giardino Aniene fino all’espansione edilizia degli anni ’50 e ’60.
Non mancheranno, lungo il nostro trekking, il racconto degli avvenimenti storici che qui sono avvenuti, dei riferimenti letterari e dei numerosi set cinematografici, tra cui il condominio dove Ettore Scola girò il suo capolavoro “Una giornata particolare”.

Per prenotare i tour potete rispondere a questa mail o scriverci a info@romaslowtour.com oppure potete utilizzare il form del nostro sito, tramite il quale è possibile anche pagare la quota, a questo link: https://www.romaslowtour.com/prenota/

Lascia un commento

experience Rome slowly

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.